>       back

STEFANO GIANNOTTI


“Composer, author, guitarist and performer. He studied composition with Pietro Rigacci and he was the assistant of Alvin Curran in "Crystal Psalms" and "Tufo Muto". Between 1983 and 1990 he performed in several European countries with the chamber music group "Trio Chitarristico Lucchese". In 1997 he started a collaboration with the Italian coreographer Roberto Castello. Between 1998 and 1999, he lived in Berlin as guest of DAAD (German Academic Exchange Program). In the year 2000 he has been guest of the Kuenstlerhaus Schloss Wiepersdorf with a Stipend of the Ministerium of Brandeburg. In the year 2002 he has been invited in Worpswede with a stipend of the Ministerium of the Niedersachsen and he has won the Karl-Sczuka-Preis (SWR, Baden-Baden) with his work IL TEMPO CAMBIA .

VAGA ORCHESTRA
The group has been formed by Stefano Giannotti in 1994, resulting from a didactic experience developed inside the Italian music school "Civica Scuola di Musica" in Capannori (Lucca). Between 1994 and 2000, the repertoire of the group, formed entirely by the students of the composer (15 to 25 people), ranged from arrangements of pop and folk music, to more elaborated excursions into jazz and contemporary music. "VAGA ORCHESTRA" has played in Italy and Germany. In 1996 it has partecipated in the production of LEZIONI DI MUSICA, a radio-piece by Stefano Giannotti for SFB. In 1997 the group has produced and played in the composer's piece LA CITTA' SONORA (MØRE MüSIC 010), together with the Ensemble IL TEATRO DEL FARO and the orchestra "SAXOPHONIA" (Another group of students from the "Civica Scuola di Musica", conducted by Giancarlo Rizzardi).
In 2004 VAGA ORCHESTRA has started again its activity after a 4 years pause, gathering former members and new musicians, partly professionals partly amateurs. The new repertoire includes arrangements of musics by Third ear band, Popol Vuh, Penguin cafè orchestra, Faust and Stefano Giannotti.

These are some of the musicians who have taken part in VAGA ORCHESTRA between 1994 and 2000:
Linda Matteucci, Linda Di Martella Orsi: flutes
Pierluigi Papeschi, Laura Galli, Renato Ceccherelli, Fabiano Guidotti, Mirko Federighi, Antonio Colzi: electric guitars
Roberto Del Gratta: violin
Federico Reisenauer: keyboards, rap-singing
Daniele Gargini: bass guitar
Alessandro Matteucci: drums
Stefano Giannotti: conductor

VAGA ORCHESTRA 2004:
Linda Matteucci, Valeria Marzocchi: flutes
Marco Pomponio: tenor sax
Yvonne Fritz: violin
Pierluigi Papeschi, Antonio Colzi: guitars
Daniele Galliani: keyboards
Stefano Giannotti: Indian organ
Cristiana Cattani: bass guitar

     *

Vaga Orchestra
Vaga Orchestra è essenzialmente un laboratorio musicale. Fin dalla sua nascita (1992) ha visto molte trasformazioni sia di componenti che di genere musicale. Infatti il gruppo (che all’epoca si chiamava “Panta Rei”) iniziò come risultato di un corso didattico in seno alla Civica Scuola di Musica del Comune di Capannori (LU). Il repertorio del gruppo formato interamente da studenti, spaziava da arrangiamenti di musica pop e folk, ad elaborate escursioni nel jazz e nella musica contemporanea. Pink Floyd, Genesis, L. Battisti, D. Bowie, Beatles, ecc. erano solo alcuni dei molti autori proposti. Fino al 1997, anno in cui poi cambiò nome in Vaga Orchestra, i componenti del gruppo erano basso, batteria, 5 chitarre classiche e 1-2 elettriche, 2 flauti, 1 tastiera, 2 violini, un coro di 12 persone circa a voci miste e 1 direttore. Questo organico, dagli accostamenti timbrici insoliti, pur essendo formato esclusivamente da dilettanti, è riuscito a dare un'impronta propria ed originale ad un repertorio che miscelava sia brani famosi, sia musiche meno conosciute.
Nel 1996 Panta Rei partecipa alla produzione di "Lezioni di musica", un'opera radiofonica di Stefano Giannotti per Sender Freies Berlin.
Il 1997 rappresenta un anno di svolta per ’’orchestra; unitasi con l’Ensemble Il Teatro del Faro, gruppo da camera anch’’esso diretto da Stefano Giannotti, e l’orchestra Jazz Saxophonia, anch’essa formata da studenti della Civica Scuola di Musica, diretta da Giancarlo Rizzardi, la Vaga Orchestra (nuovo nome del gruppo) realizza l’opera "La città sonora" di S. Giannotti e pubblica il CD per la More Music, in collaborazione ancora una volta con Sender Freies Berlin. La composizione, a metà fra happening e musica contemporanea colta, si muove fra suoni di piazza, registrazioni in studio, esplorazioni elettroacustiche, libera improvvisazione e rigorosa scrittura.
Fino al 2000, anno in cui il direttore Stefano Giannotti si è trasferito per un anno in Germania in seguito alla vincita del noto concorso internazionale D.A.A.D., l'orchestra ha eseguito numerosi concerti in Italia e in Germania.
L'espressione spontanea dello spirito del gruppo è stata sempre quello di sperimentare divertendosi, e questo ha contribuito a costruire anche un gruppo di persone che non si è saziata solo dell'esperienza musicale artistica, ma ha trovato anche nei rapporti umani e nel confronto dialettico e culturale, una sua naturale forma di accrescimento individuale e di gruppo. Sperimentare nuove sonorità, stili musicali, talvolta provocatoriamente, senza perdere il gusto del gioco nel far questo.
Dopo una pausa di 3 anni l'orchestra si è riunita di nuovo, esternamente ad ogni ente istituzionale, cambiando alcuni componenti, cambiando genere musicale, ma ritrovando inalterato lo spirito del gruppo originario.
L'organico attuale si avvale di principianti e professionisti, trovando in questa diversità dei suoi componenti una sua forza: la naturale rottura di schemi precostituiti.
Per andare più nello specifico vediamo chi sono i componenti della Vaga Orchestra 2004:
Daniele Galliani: (architetto) Tastiere;
Linda Matteucci: (musicista) flauto traverso;
Valeria Marzocchi (studentessa): flauto traverso, flauto dolce, ottavino;
Barbara Bellettini(musicista): chitarra classica, voce;
Renato Ceccherelli (ornitoiatra): chitarra classica
Antonio Colzi (ragioniere): chitarra classica;
Pierluigi Papeschi (naturopata, shatzuka): chitarra elettrica;
Michele Gabrielli (impiegato) basso elettrico;
Riccardo Ienna (musicista): percussioni;
Stefano Giannotti (compositore, autore): direzione, organo indiano, voce, ecc.

Il repertorio musicale, in fase di elaborazione, si compone di brani di autori vari nell'ambito della musica d’avanguardia extracolta del periodo che va dalla fine degli anni '60 alla metà degli anni '80. Intento del gruppo è quello di riportare alla luce nomi e brani da tempo caduti nel dimenticatoio, rivisti e adattati per l’organico insolito.
Attualmente la Vaga Orchestra lavora alla costruzione di un repertorio basato su musiche tedesche e inglesi: autori come Third Ear Band (Water), Penguin Cafe Orchestra (Music for a found harmonium), Popol Vuh (Aguirre, Kirye), Faust (Why don't you eat carrots?), ecc., non possono che delineare già chiaramente il percorso musicale intrapreso.
La Vaga Orchestra intende proporre il suo repertorio negli ambienti in cui questo genere musicale può essere inserito ed è lieta di ricevere non solo richieste di performance, ma anche consigli, incontri, scambio culturale, composizioni scritte appositamente per il nostro organico, ecc.

   From: www.stefanogiannotti.com

       >       back